La “lista nera” delle eresie di Papa Bergoglio

( Sottolineature e grassetti sono nostri )
(…) Non è assolutamente imprudente né temerario, arrivati a questo punto, dire che queste profezie sembrano non riguardare più il futuro bensì il nostro attualissimo (e drammaticissimo) momento presente, con tutte le conseguenze che ne derivano.

[aggiornata al 04.02.2019]

Il centro del “messaggio” delle Tre Fontane – e delle premonizioni del Cornacchiola – riguarda (come è palese dopo la pubblicazione dei diari del veggente ad opera del giornalista Saverio Gaeta) le minacce dell’eresia e dell’apostasia dalla vera fede cattolica.

Ma forse l’episodio più inquietante ed enigmatico è quello descritto così dal Cornacchiola, in data 21 settembre 1988:

“Quello che ho sognato non si avveri mai, è troppo doloroso e spero che il Signore non permetta che il Papa neghi ogni verità di fede e si metta al posto di Dio. Quanto dolore ho provato nella notte, mi si paralizzavano le gambe e non potevo più muovermi, per quel dolore provato nel vedere la Chiesa ridotta a un ammasso di rovine”.

Commenta Antonio Socci: «Ma è possibile? Il diritto canonico ha sempre ammesso la possibilità di un papa eretico, ma – a parte alcuni parziali episodi dei secoli passati – non si è mai verificato pienamente questo evento. La possibilità di un Papa che “nega ogni verità di fede e si mette al posto di Dio” ha un sapore apocalittico e richiama alcuni passi profetici delle Sacre Scritture» (A. SOCCI E LA “PROVA FINALE”: il veggente delle Tre Fontane vide un futuro Papa eretico).

E richiama anche altre autorevoli profezie recenti. In particolare fa impressione questa di Anguera, di poco distante da noi (intendo a livello temporale):

“Un uomo orgoglioso ordinerà la modifica della Professione di Fede e le sue azioni compiaceranno gli uomini perversi. Sarà una grande offesa al mio figlio Gesù. Soffro per quello che vi attende. Pregate” (messaggio n. 4.424 di N. S. di Anguera, 31.1.2017).

Ebbene: non è assolutamente imprudente né temerario, arrivati a questo punto, dire che queste profezie sembrano non riguardare più il futuro bensì il nostro attualissimo (e drammaticissimo) momento presente, con tutte le conseguenze che ne derivano. Continuando la lettura troverete, in modo palese, la giustificazione di queste mie gravi affermazioni.


“LISTA NERA” DELLE ERESIE, SEMIERESIE, AFFERMAZIONI EQUIVOCHE E PROBLEMATICHE DI PAPA BERGOGLIO

Mi astengo da commenti ad eccezione di poche annotazioni perché renderei lungo e pesante l’articolo che ha lo scopo solo di raccogliere le principali dichiarazioni eretiche o che rasentano l’eresia di papa Bergoglio e presentarle all’attenzione di tutti in modo tale che sia dimostrato che chi ha gravi perplessità su questo pontificato e lo critica ha più che ragione e chi continua a difenderlo si trova in stato di palese (e difficilmente giustificabile) ignoranza o, peggio, in malafede o, peggio di tutto, di eresia manifesta o camuffata!…)

1 ottobre 2013

“Non esiste un Dio cattolico”

20 dicembre 2013:

“La Madonna ha sempre taciuto, anche ai piedi della Croce… Il Vangelo non ci dice nulla: se ha detto una parola o no. Era silenziosa, ma dentro il suo cuore, quante cose diceva al Signore! ‘Tu, quel giorno – questo è quello che abbiamo letto – mi hai detto che sarà grande; tu mi ha detto che gli avresti dato il Trono di Davide, suo padre, che avrebbe regnato per sempre e adesso lo vedo lì!’.LA MADONNA ERA UMANA! E FORSE AVEVA VOGLIA DI DIRE: ‘BUGIE! SONO STATA INGANNATA!’…
7 luglio 2014: 

“Vivi e lascia vivere è il primo passo per la felicità” (11° comandamento?…, ndr).

11 MAGGIO 2015: 

“Le religioni ci aiutano tutte perché tutte hanno un Comandamento che è comune: amare il prossimo” (Giovanni 14, 6 “Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me”, ndr)

29 maggio 2015: 
“Se una persona è gay chi sono io per giudicare”?
17 novembre 2015 
“[NEL GIORNO DEL GIUDIZIO] NON TI SARÀ CHIESTO SE SEI ANDATO A MESSA […] MA SE LA TUA VITA L’AVRAI USATA PER FARE MURI O PER SERVIRE […] Tutti noi battezzati, luterani e cattolici, siamo in questa scelta: il servizio, l’essere servo” (S. Bernardo: “si merita di più ascoltando devotamente una S. Messa, che col distribuire ai poveri tutte le proprie sostanze e col girare peregrinando su tutta la terra”; S. Curato d’Ars: “Il martirio non è nulla in confronto alla Messa, perché il primo è il sacrificio dell’uomo a Dio, mentre la seconda è il sacrificio di Dio per l’uomo!”, ndr.).
28 novembre 2015
“In tasca porto sempre con me la storia del fallimento di Dio. E’ una via Crucis, una piccola via Crucis”.
7 febbraio 2016 :
“L’Europa è come Sara”, la moglie Sterile di Abramo, “che prima si spaventa ma poi sorride di nascosto” e la speranza è che l’Europa “sorrida di nascosto” agli immigrati.
7 febbraio 2016 : 
“Tra i grandi dell’Italia di oggi” ci sono il capo dello Stato emerito, Giorgio Napolitano e l’ex ministro Emma Bonino”(Napolitano comunista Bonino assassina abortista e propagandatrice di droghe e eutanasia).
12 aprile 2016
“Dio vuole salvare tutti, LA SALVEZZA È PER TUTTI, ANCHE PER GIUDA CHE LO HA TRADITO. Eppure Giuda era pentito, ma se si era pentito allora Dio lo ha perdonato” (Matteo 26 ,24: “Il Figlio dell’uomo se ne va, come è scritto di lui; ma guai a quell’uomo dal quale il Figlio dell’uomo è tradito! Meglio sarebbe per quell’uomo se non fosse mai nato”, ndr.).
1 giugno 2016: 
“A noi tutti piace la madre terra perché è quella che ci ha dato la vita”
4 giugno 2016: 
“Il cristianesimo e l’islam hanno ‘la stessa radice’,musulmani e cristiani sono ‘fratelli per la pace'”
16 giugno 2016: 
“GESÙ NELL’EPISODIO DELL’ADULTERA FA UN PO’ LO SCEMO… SALVANDOLA DALLA LAPIDAZIONE HA MANCATO VERSO LA MORALE. GESÙ CHE NON ERA UNO ’PULITO’”.
18 giugno 2016:
“La grande maggioranza dei nostri matrimoni sacramentali sono nulli”.
20 giugno 2016:
“Chi non accoglie non è cristiano e non sarà accolto nel regno dei cieli” (12° comandamento?…, ndr).
26 giugno 2016
“Io credo che le intenzioni di Martin Lutero non fossero sbagliate. In quel tempo la Chiesa non era proprio un modello da imitare: c’era corruzione, c’era mondanità, c’era attaccamento ai soldi e al potere. E per questo lui ha protestato. Poi era intelligente ed ha fatto un passo avanti, giustificando il perché facesse questo. LUI HA FATTO UNA ‘MEDICINA’ PER LA CHIESA. Io credo che le intenzioni di Martin Lutero non fossero sbagliate: ERA UN RIFORMATORE” (“Ma io voglio farti vedere il luogo dove Martin Lutero è condannato e la pena che subisce in castigo del suo orgoglio” – L’angelo a Suor Maria Serafina Micheli, beatificata il 28 maggio 2011 -, ndr).
25 novembre 2016
“La dannazione eterna non è una sala di tortura, è lontananza da Dio”.
29 novembre 2016 :
“Il proselitismo è una solenne sciocchezza, non ha senso”.
17 marzo 2017: 
“Anche dentro la santissima Trinità stanno tutti litigando a porte chiuse mentre fuori l’immagine è di unità”.
4 aprile 2017:
“Io porto la croce per far vedere che sono cristiano,non solo come distintivo, come se fosse una squadra, il distintivo di una squadra, come memoria di colui che si è fatto peccato, CHE SI È FATTO DIAVOLO, SERPENTE, PER NOI”.
3 GIUGNO 2017 
“L’opera del rinnovamento nasce non Cattolica ma ecumenica”.
9 ottobre 2017:
“Questo è il mistero di Cristo che si è fatto servo, si abbassò, si annientò e morì per noi. Gesù non passò oltre, andò da noi, feriti alla morte, si prese cura di noi, pagò per noi e continua a pagare e pagherà, quando verrà per la seconda volta” (secondo la fede cattolica mi risulti, con la seconda venuta, Cristo non dovrà pagare un bel niente… anzi saremo proprio noi a pagare, in quanto verrà come giudice giusto a dividere il grano dalla zizzania).
11 ottobre 2017:
“Il cristiano sa che in quello stesso futuro c’è il ritorno di Cristo. Quando questo succederà, nessuno lo sa ma il pensiero che al termine della nostra storia, c’è Gesù Misericordioso, basta per avere fiducia e non maledire la vita. TUTTO VERRÀ SALVATO. TUTTO” (ecco riabilitata la dottrina dell’apocatastasi di Origene condannata in modo ufficiale dalla Chiesa nei secoli passati, ndr.)
25 ottobre 2017:
“Ci vuole portare là [in Paradiso] con quel poco o tanto di bene che c’è stato nella nostra vita, perché nulla vada perduto di ciò che Lui aveva già redento. E NELLA CASA DEL PADRE PORTERÀ ANCHE TUTTO CIÒ CHE IN NOI HA ANCORA BISOGNO DI RISCATTO: LE MANCANZE E GLI SBAGLI DI UN’INTERA VITA (addio Purgatorio, ndr.). È questa la meta della nostra esistenza: che tutto si compia, e venga trasformato in amore”.
29 novembre 2017:
“Stima per tutti coloro che in Myanmar vivono secondo le tradizioni religiose del Buddismo. Attraverso gli insegnamenti del Buddha, e la zelante testimonianza di così tanti monaci e monache, la gente di questa terra è stata formata ai valori della pazienza, della tolleranza e del rispetto della vita, come pure a una spiritualità attenta e profondamente rispettosa del nostro ambiente naturale… “Le parole del Buddha offrono a ciascuno di noi una guida: ‘Sconfiggi la rabbia con la non-rabbia, sconfiggi il malvagio con la bontà, sconfiggi l’avaro con la generosità, sconfiggi il menzognero con la verità’ (accostare Buddha a San Francesco d’Assisi… mamma mia, ndr.). Sentimenti simili esprime la preghiera attribuita a San Francesco d’Assisi: ‘Signore, fammi strumento della tua pace. Dov’è odio che io porti l’amore, dov’è offesa che io porti il perdono, […] dove ci sono le tenebre che io porti la luce, dov’è tristezza che io porti la gioia’”.
27 gennaio 2018:
“Ci benedica Dio: padre di tutti noi, PADRE DI TUTTE LE CONFESSIONI”….
10 maggio 2018: 
“Non dimenticatevi che Maria era laica. La prima discepola di Gesù, sua madre, era laica..” (Eccolo a sminuire nuovamente Maria, la Pura, la senza macchia, Ella era la nuova Eva,Tabernacolo vivente di Dio Incarnato, la Sapienza era in Lei, Lei nei pensieri di Dio prima ancora della creazione della terra… come papa Bergoglio sminuisce la dignità di Maria Immacolata per farla apparire “una come tutte le altre”, il pallino fisso dei modernisti, ndr.)
15 maggio 2018:
Il Signore ci chiama perché “andiamo e portiamo frutto” (cfr Gv 15,16). Nella pianta, il frutto è quella parte prodotta e offerta per la vita di altri esseri viventi. Non abbiate paura di portare frutto, di farvi “mangiare” dalla realtà che incontrerete, anche se questo “lasciarsi mangiare” assomiglia molto a uno sparire, un morire. Alcune iniziative tradizionali forse dovranno riformarsi o forse addirittura cessare: lo potremo fare soltanto sapendo dove stiamo andando, perché e con Chi.
16 giugno 2018:
“Ma la famiglia immagine di Dio è una sola, quella tra uomo e donna. Può darsi che non siano credenti ma se si amano e uniscono in matrimonio sono a immagine e somiglianza di Dio. Per questo il matrimonio è un sacramento grande” (Dire che tutti i matrimoni sono ‘sacramento grande’ è contro la fede cattolica, in quanto solo il Sacramento Cattolico è l’unione voluta da Dio Uno e Trino che rispetta la Sua somiglianza, la Trinità di Dio. Con questa frase si lascia intendere erroneamente che tutti i matrimoni sono sacramentali “agli occhi di Dio”, ndr.)
27 agosto 2018: 
“Per i bimbi gay tante cose da fare con la psichiatria” (in realtà non esistono bambini gay e nemmeno bambini omosessuali. Esistono solo bambini nati e cresciuti in ambienti malsani, poveri di amore e di attenzioni. Dio non crea omosessuali ma “maschi e femmina li creò”. Mai un Papa aveva prima parlato di psichiatri e psichiatria, mai aveva sdoganato il termine ‘gay’, mai lo aveva associato a dei bambini, ndr.)
27 agosto 2018:
“L’aborto non e’ problema religioso: non pensiamo quel che ne pensiamo perchè lo dice la religione ma per un problema umano studiare l’aborto come fatto religioso scavalca il pensiero. L’aborto va studiato dall’antropologia. Non permetto che si cominci dal fatto religioso. E’ un problema umano” (ed invece l’aborto non è primariamente un “problema” umano ma un peccato, un omicidio che va contro la Legge di Dio, ndr.)
7 dicembre 2018:
“L’abete rosso che quest’anno è collocato in Piazza San Pietro, proveniente dalla foresta del Cansiglio, ci suggerisce un’ulteriore riflessione. Esso, con la sua altezza di oltre venti metri, simboleggia Dio che con la nascita del suo Figlio Gesù si è abbassato fino all’uomo…”
21 dicembre 2018:
“Allora, chi è felice nel presepe? La Madonna e San Giuseppe sono pieni di gioia: guardano il Bambino Gesù e sono felici perché, dopo mille preoccupazioni, hanno accolto questo Regalo di Dio, con tanta fede e tanto amore. Sono “straripanti” di santità e quindi di gioia. E voi mi direte: per forza! Sono la Madonna e San Giuseppe! Sì, ma non pensiamo che per loro sia stato facile: santi non si nasce, si diventa, e questo vale anche per loro” (negazione dell’Immacolata Concezione di Maria, ndr.).
25 dicembre 2018:
“Per questo il mio augurio di buon Natale è un augurio di fraternità. Fraternità tra persone di ogni nazione e cultura. Fraternità tra persone di idee diverse, ma capaci di rispettarsi e di ascoltare l’altro. Fraternità tra persone di diverse religioni. Gesù è venuto a rivelare il volto di Dio a tutti coloro che lo cercano. E il volto di Dio si è manifestato in un volto umano concreto. Non è apparso in un angelo, ma in un uomo, nato in un tempo e in un luogo. E così, con la sua incarnazione, il Figlio di Dio ci indica che la salvezza passa attraverso l’amore, l’accoglienza, il rispetto per questa nostra povera umanità che tutti condividiamo in una grande varietà di etnie, di lingue, di culture…, ma tutti fratelli in umanità!” (Con la giustificazione della fratellanza fra persone di diverse lingue, culture, religioni etc. si ribalta il senso stesso della manifestazione di Dio in Gesù Cristo. Il Figlio di Dio diventa solamente il mezzo attraverso cui Dio indica che la salvezza passa attraverso principi generici come l’amore, l’accoglienza, il rispetto, etc.. In nome di questi principi non siamo più fratelli in Cristo… bensì fratelli in umanità. L’umanità scalza Gesù cristo come via di salvezza, ndr.)
27 gennaio 2019:
“Io consiglio tante volte (alle donne che hanno abortito) quando hanno questa angoscia (di quello che hanno fatto): ‘Tuo figlio è in cielo, parla con lui. Cantagli la ninna nanna che non hai potuto cantargli’. E lì si trova una via di riconciliazione della mamma con il figlio (in realtà la Dottrina ufficiale della Chiesa insegna l’esistenza del Limbo. Da secoli si è insegnata e mai ufficialmente è stata rigettata perchè possiede fondamenti solidissimi difficilmente scalzabili. Di certo non è cattolico affermare che tutti i bambini abortiti sono in Cielo; oltre che un fatto di fede lo è anche di ragione, di logica: bisognerebbe in tal modo canonizzare una madre assassina che ha compiuto 4 aborti perchè avrebbe spedito i suoi 4 figli in Paradiso… assurdo!, ndr.).
29 gennaio 2019:
“Perché sia validamente contratto, il matrimonio richiede che si stabilisca in ciascuno dei nubendi una piena unità e armonia con l’altro, affinché, attraverso il mutuo scambio delle rispettive ricchezze umane, morali e spirituali – quasi a modo di vasi comunicanti – i due coniugi diventino una sola” (in realtà i requisiti per contrarre matrimonio secondo la legge vigente della Chiesa sono tre: consenso, capacità giuridica, forma stabilita. Il soggetto capace, che esprime un consenso valido nella forma stabilita dalla legge canonica lo fa validamente. Per la validità dell’atto è necessario che entrambi i nubenti pronuncino il loro consenso in presenza di questi tre elementi; se così è l’atto è valido e produttivo dei suoi effetti giuridici secondo il canone 1134. Il fantomatico impedimento tirato in ballo da papa Bergoglio è inesistente e fonte di confusione, soprattutto per le coppie in difficoltà che in tal modo possono sentirsi giustificate nel divorziare in quanto considerano il loro matrimonio invalido – secondo un criterio evidentemente soggettivo e non oggettivo, ndr.).
4 febbraio 2019:

“IL PLURALISMO E LE DIVERSITA’ DI RELIGIONE, di colore, di sesso, di razza e di lingua SONO UNA SAPIENTE VOLONTA’ DIVINA, con la quale Dio ha creato gli esseri umani. Questa Sapienza divina è l’origine da cui deriva il diritto alla libertà di credo e alla libertà di essere diversi”.


In questo articolo, invece, (Padre Paolo Siano, il coraggioso FFI: “Francesco ha ricevuto almeno 67 lodi da massoni di tutto il mondo!”) il rev. do Padre Paolo Siano, uno dei più perseguitati Francescani dell’Immacolata e fedelissimo ai fondatori e all’autentico carisma FI riportò una decina di dichiarazioni ambigue e rasentanti l’eresia di papa Bergoglio, alcune delle quali non sono nell’elenco che ho proposto e che vanno, così, ad integrare la lista. Dateci un’occhiata.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...