Lettera a don Alessandro Minutella

LETTERA A DON ALESSANDRO MINUTELLA: 
.
I segni profetici dei Tempi e un appello ai Vescovi! – 
 .
E un vivo GRAZIE dal popolo di Dio!
 .
Reverendo Don Alessandro, 
 .
Siano Lodati Gesù e Maria,
 .
Le rivolgo una accorata e filiale lettera, a seguito dell’ennesimo attacco mediatico da parte della televisione di Stato, certa che se persino i “poteri forti” di questo mondo, si muovono con tanta ferocia su un solo uomo, su di lei risplende la Luce del Vangelo. 
.
Diamo “a Dio quel che è di Dio”, ma “a Cesare ciò che è di Cesare” per cui, come cittadina di una Nazione che si professa civile e democratica, mi chiedo come si possa accusare con cotanta leggerezza una persona, per fatti non fondati? 
.
Le calunnie a suo carico mi addolorano come cristiana, perché a causa del Signore lei è perseguitato ingiustamente, ma sono preoccupata e sconcertata come cittadina di come la sua persona sia sottratta alla più elementare forma di garanzia del suo diritto al decoro e alla dignità, senza il legittimo contraddittorio fra le parti.
.
.
Recentemente, padre Alessandro, lei ha pubblicato una sua lettera su Radio Domina Nostra. 
.
Le sue parole ivi indicate per giorni hanno risuonato nella mia anima, non mi lasciano indifferente ed anzi, suscitano in me profondi interrogativi sui tempi escatologici che stiamo vivendo e i segni che li accompagnano, segni da molti ignorati ma per alcuni assolutamente chiari. 
.
Purtroppo la differenza di comprensione dei tempi, provoca sotto gli occhi di tutti, una divisione lacerante all’interno della Santa Chiesa Cattolica.
.
Perché padre? Forse gli uomini non hanno ricevuto tutti le medesime Sacre Scritture? 
.
Forse la Madonna non ha instancabilmente parlato al cuore dei Suoi figli?
.
Forse Gesù non ci aveva messo in guardia in merito alle grandi tribolazioni, ai nuovi sinedri del mondo, ai lupi travestiti da agnelli, ai falsi cristi, al male che deriva dal peccato e alla sorte che spetta alle città che non si convertiranno?
.
Le sue esortazioni, Reverendo Don Alessandro, che alle orecchie di tante povere anime offuscate, sembrano soltanto le parole di un “folle” malato di protagonismo, interpellano la mia coscienza di cattolica, che non si accontenta di restare all’apparenza delle cose! Le sue parole, che richiamano all’importanza di non allontanarsi dal deposito della Fede, nei suoi precetti e nei suoi Dogmi, in codesto tempo di palese apostasia, dovrebbero interpellare la coscienza di ogni battezzato nei confronti della Dottrina Cattolica che, come madre sapiente, custodisce intera la Verità, oggi messa in discussione dalla frangia “modernista” che, come un morbo, e una setta pericolosa, sta contaminando la purezza dello Spirito Cattolico.
.
Padre Alessandro, mi unisco al suo grido profetico che vuole esortare il popolo dei credenti a tornare al Salvatore nella Sua Verità che è via di Salvezza, una Verità che non ammette compromessi col mondo, una Verità che deve essere Luce per gli uomini e sale per la terra!
.
Voglio ricordare che Gesù disse: “Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all’esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. Così anche voi apparite giusti all’esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d’ipocrisia e d’iniquità”. Questo rimprovero lo odano i Vescovi, non dimentichino che in forza della successione Apostolica devono ritornare agli Apostoli, alla loro fede, al loro coraggio, all’integrità di uomini totalmente di Dio che in spregio del pericolo, non hanno esitato a donare la vita per testimoniare il Vangelo senza compromessi. 
.
I Vescovi  ristabiliscano il fondamento della  Chiesa Cattolica sul fondamento degli Apostoli ricordando che, il vero Magistero Apostolico, è legato alla Parola del Signore e non alle mode degli uomini di questo tempo! Vescovi, tornate ad essere i custodi e i garanti della Fede dei nostri Padri della Chiesa! Abbiamo bisogno di Pastori che infondano coraggio, che siano esempio credibile nella santità, che siano segno di contraddizione in questa epoca segnata dal peccato e dalla confusione dottrinale… Tante anime cadono all’inferno a causa del peccato! 
.
Salvate quante più anime possibili infatti vi è un genocidio silenzioso, che non fa notizia, ed è la morte delle tante anime che sguazzano nel peccato mortale alle quali i Sacerdoti e i Vescovi, e tutta la pletora di battezzati ipocriti, anziché rivolgere ammonimenti evangelici di correzione fraterna, tacciono, volgono lo sguardo altrove, omettono colpevolmente la Verità per quieto vivere! 
.
La successione apostolica del Ministero riguarda tutta la Chiesa, e procede da Cristo agli Apostoli e, negli Apostoli, a tutti i Vescovi sino alla fine dei tempi!
.
Vescovi, siete responsabili delle anime che il buon Dio vi ha affidato in occasione della vostra ordinazione episcopale! 
.
Di questa responsabilità un giorno non lontano, dovrete rispondere all’Altissimo! Chiedetevelo oggi come state conducendo il gregge di anime a voi affidate. 
.
C’è ancora tempo per ravvedersi e convertirsi! Ma decidetevi di ritornare al santo Ovile! 
.
Reverendi Vescovi, dovreste scacciare i demoni dalle centinaia di anime da essi afflitte, e invece alcuni di Voi hanno smesso finanche di credere all’esistenza del diavolo. 
.
Dovreste tuonare dai pulpiti con fervore contro il peccato, e invece alcuni di voi appestano l’anima con il velenoso “rimedio” del buonismo!
.
E Gesù dice ancora: “Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che innalzate i sepolcri ai profeti e adornate le tombe dei giusti e dite: Se fossimo vissuti al tempo dei nostri padri, non ci saremmo associati a loro per versare il sangue dei profeti;  e così testimoniate, contro voi stessi, di essere figli degli uccisori dei profeti. Ebbene, colmate la misura dei vostri padri!”
.
Ed anche oggi i farisei si fanno spazio nel Tempio di Dio, con la forza di una istruzione altisonante, che risuona di titoli accademici “e note a margine”, ma le loro parole sono svuotate dello Spirito di Dio; essi echeggiano la peggiore dottrina del diavolo perché annunciano la dottrina di colui che, come affermò l’Arcivescovo Fulton Sheen, si manifesterà come il  Falso Profeta che avrà una “nuova religione, senza una croce, una liturgia, senza un mondo a venire, una religione per distruggere una religione, o una politica che è una religione – quella che rende a Cesare anche le cose che sono di Dio”. 
.
A codesti lupi devono giungere le parole del Maestro Gesù: “Serpenti, razza di vipere, come potrete scampare dalla condanna della Geenna? Perciò ecco, io vi mando profeti, sapienti e scribi; di questi alcuni ne ucciderete e crocifiggerete, altri ne flagellerete nelle vostre sinagoghe e li perseguiterete di città in città; perché ricada su di voi tutto il sangue innocente versato sopra la terra, dal sangue del giusto Abele fino al sangue di Zaccaria, figlio di Barachìa, che avete ucciso tra il santuario e l’altare. In verità vi dico: tutte queste cose ricadranno su questa generazione”. Eccola la generazione perversa! Corrotta  di ogni scempio!  
.
SVEGLIA! Quell’Uomo morto in Croce 2000 anni fa e Risorto, è davvero il Figlio di Dio, Dio di Giustizia, non solo di Misericordia! 
.
Gesù preconizzò i tempi della grande tribolazione… Egli annunciò che non resterà pietra su pietra che non venga diroccata! E ai Discepoli che Gli chiesero il segno della Sua venuta e della fine del mondo, Egli rispose: «Guardate che nessuno vi inganni; molti verranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine. Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi; ma tutto questo è solo l’inizio dei dolori. Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome. Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e odieranno a vicenda. Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti; per il dilagare dell’iniquità, l’amore di molti si raffredderà. Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato. Frattanto questo Vangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine”
.
Sulle parole del Maestro Gesù chiediamoci, quanti stanno perseverando nella Verità?
.
POCHI! POCHI! E sono gli Eletti, gli Apostoli dei tempi ultimi di questa epoca che hanno risposto “ECCOMI” alla Madre di DIO! Tanti altri si sono allontanati dagli insegnamenti del Messia e si avviano alla perdizione anche a causa di parte della Chiesa che ha smarrito se’ stessa e perseguita i Suoi Veri Profeti!
.
Invece, nel tempo della grande confusione spirituale di OGGI, vediamo ergersi falsi profeti che riportano alla mente le parole dell’Arcivescovo Fultono Sheen (sull’anticristo), il quale affermava: “In mezzo a tutto il suo amore per l’umanità e apparente suo discorso di libertà e di uguaglianza, si avrà un grande segreto che egli non dirà a nessuno: egli non crede in Dio. Perché la sua religione sarà la fratellanza senza la paternità di Dio, egli vuole ingannare anche gli eletti. Egli ha istituito una contro chiesa che sarà la scimmia della Chiesa, perché lui, il Diavolo, è la scimmia di Dio. Avrà tutte le note e le caratteristiche della Chiesa, ma in senso inverso e svuotata del suo contenuto divino. Sarà un corpo mistico dell’anticristo che in tutte le cose esteriori somiglierà al corpo mistico di Cristo…” 
.
Pastori, vigilate sul gregge, Gesù ci ha lasciato in dono la Chiesa, e la Chiesa è il Corpo Mistico di Cristo di cui ogni cattolico deve aver cura nella Verità, nella testimonianza credibile che annuncia la Parola di Colui che è morto e risorto per tutti noi. Il Giudizio ci sarà, eccome se ci sarà. E a quell’incontro ciascuno si preoccupi di presentarsi degni del Regno dei Cieli, avendo rifiutato ogni compromesso col mondo, di cui è principe il diavolo; attenti allo spirito di tiepidezza! Sant’Alfonso Maria De Liguori ha affermato , “Dio sopporta gli ingrati sino ad un certo segno, e poi li abbandona al castigo”.  Un giorno Gesù vi dirà: “conosco le tue opere: tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca”!
E Santa Caterina da Siena disse: «Avete taciuto abbastanza. È ora di finirla di stare zitti! Gridate con centomila lingue. Io vedo che a forza di silenzio il mondo è marcito».
.
Lei padre Alessandro ha deciso di parlare! Oserei dire che ha deciso di “gridare con centomila lingue”, le lingue che arrivano ai tanti cuori, a coloro che, come dice lei nella sua lettera, rappresenta la “gente vera, quella cattolica, che non ha voce e non ha parola, e vuole resistere all’impostura”. E ancora lei afferma: “C’è un senso genuino della fede, quel sensus fidelium tanto declamato, che è come un argine contro l’eresia. È da qui che occorre ripartire per impedire alla falsa chiesa di distruggere lo spirito cattolico”. E poi lei aggiunge: “Ho chiaro che è un tempo di grande confusione. E ci vuole quindi al contempo grande chiarezza”. 
Si, ci vuole chiarezza perché la pastorale nelle Parrocchie non risponde ad unica “linea di condotta”, pare la nuova Babele, i fedeli ricevono risposte diverse a seconda dei territori, degli umori e dei venti. Tante lingue, tante “verità”… Ma qui c’è in ‘gioco’ una posta troppo alta per permettersi il lusso dei dubbi: LA SALVEZZA DELLE ANIME!
.
Voglio pertanto ringraziarla Reverendo padre Alessandro perché almeno lei non solo si è accorto che vi è un intero popolo che soffre la deriva modernista – in parte della Chiesa –  ma perché ha deciso con eroica profezia, di diventare la voce delle tante voci inascoltate, una voce che grida nel deserto della desolazione, la voce di coloro che, quali battezzati radicati nella Verità di Cristo senza stravaganze e rinnegamenti, non vuole tradire Gesù CRISTO!
.
Caro padre Alessandro, ho visto gente stracciarsi le vesti perché lei ha osato parlare di “falsa chiesa”, ma non dovrebbe stupire l’accezione “falsa”, visto che autorevoli figure della Chiesa Cattolica adoperarono il medesimo aggettivo. Cito fra tutti l’Arcivescovo Fulton Sheen il quale parlò di Chiesa “contraffatta” e preannunciò i tempi dell’Apocalisse, libro ahimè ignorato come se non fosse esso stesso parte delle Sacre Scritture. «Stiamo vivendo nei giorni dell’Apocalisse gli ultimi giorni della nostra epoca …. Le due grandi forze il Corpo mistico di Cristo e del Corpo Mistico dell’anticristo stanno cominciando a elaborare le linee di battaglia per la fine». F. Sheen disse anche: «Il Falso Profeta avrà una religione senza croce. Una religione senza un mondo a venire. Una religione per distruggere le religioni. Ci sarà una Chiesa contraffatta. La Chiesa di Cristo [la Chiesa cattolica] sarà una. E il falso profeta ne creerà un’altra. La falsa chiesa sarà mondana, ecumenica e globale. Sarà una federazione di chiese. E le religioni formeranno un certo tipo di associazione globale. Un parlamento mondiale delle chiese. Sarà svuotato di ogni contenuto divino e sarà il corpo mistico dell’Anticristo. Il corpo mistico sulla terra oggi avrà il suo Giuda Iscariota, e sarà il falso profeta. Satana lo assumerà tra i nostri vescovi».
.
Oggi più che mai dobbiamo pertanto ricordare il grande Papa Pio X° che nella introduzione  alla Lettera Enciclica “PASCENDI DOMINICI GREGIS” sugli ERRORI DEL MODERNISMO ebbe ad affermare: “l’officio divinamente commessoCi di pascere il gregge del Signore ha, fra i primi doveri imposti da Cristo, quello di custodire con ogni vigilanza il deposito della fede trasmessa ai Santi, ripudiando le profane novità di parole e le opposizioni di una scienza di falso nome”. 
.
San Pio X° mise in guardia “da una scienza di falso nome”, ovvero da una dottrina falsa e, la falsità, sappiamo bene che proviene dal demonio. Codesto mirabile Papa Santo, delineò con lucida analisi il tipico profilo del modernista indicandone 7 aspetti: “E alfin di procedere con ordine in una materia di troppo astrusa, è da notare anzi tutto che ogni modernista sostiene e quasi compendia in sé molteplici personaggi: quelli cioè di filosofo, di credente, di teologo, di storico, di critico, di apologista, di riformatore: e queste parti sono tutte bene da distinguersi una ad una, da chi voglia conoscere a dovere il loro sistema e penetrare i principî e le conseguenze delle loro dottrine”. 
.
Il modernista dunque, in primis RIFORMATORE, sembra tutto fuorché un Ministro integro di Dio, ha in animo la fissazione dei cambiamenti e, con astuzia e maestria,  adoperando le “scienze” acquisite, mescola il vero col falso! E da notare infine come San Pio X°, volle affermare con forza la vigilanza e severità nella scelta di chi debba essere ammesso al sacerdozio attestando: “Lungi, lungi dal clero l’amore di novità: Dio non vede di buon occhio gli animi superbi e contumaci! I Vescovi […] veglino con ogni cura perché questi Nostri comandi vi si osservino costantemente”.
Ecco dunque spiegarsi le ragioni per le quali oggi, tempo di grande confusione spirituale, Dio si rivela ai “piccoli”, a coloro il cui cuore non è tracotante di superbia e sazio di false dottrine, ma libero per accogliere in purezza la Parola autentica di Nostro Signore e leggerne, nei “Tempi” attuali, i Suoi decreti!
.
Infine, si ricordi il popolo di Dio delle Parole di Gesù: “quando dunque vedrete l’abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santo – chi legge comprenda -, allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti, chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa, e chi si trova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello” … “arriverà il padrone quando il servo non se l’aspetta e nell’ora che non sa, lo punirà con rigore e gli infliggerà la sorte che gli ipocriti si meritano: e là sarà pianto e stridore di denti”.
.
Coraggio Don Alessandro, e Avanti con Maria!
 .
Sia Lodato Gesù Cristo
 .
In Fede
 .
S. M. Caterina
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...